“Ho visto il mio amore tornare da Dio”.

A volte tieni in mano il tuo amore, perché lo prendi dal tuo cuore e lo soffi verso qualcun altro. Lo consegni tutto intero. A volte, però, ti viene rimandato indietro. Allora ti confondi, ti disorienti. In momenti come questo, quando ti chiedi che cosa hai fatto, ci sono delle persone che ti aiutano, senza vederti, a pulire la mente. Queste persone, per averne l’aiuto, devi lasciarle entrare. Lasciar entrare quello in cui loro hanno creduto, lasciar entrare quello per cui loro hanno vissuto.

Patti Smith ha questa capacità, la forza di farti capire che soffiare quell’amore era ciò che di più giusto potessi fare. Queste vite, come la sua, vissute ogni giorno fedeli a sé stesse, ti abbracciano con la purezza e la forza che solo vite così coerenti possono fare. Essere oscuri a sé stessi non ti permette di amare, essere chiari a sé stessi te lo concede.

In tempi in cui c’è solo William Blake a farti compagnia, sei più debole. Lì puoi cambiare, puoi cambiarti, puoi allontanarti dalla tua essenza. Ed è lì che l’incontro con un’anima così bella diventa un dono. Avere 71 anni e mostrarsi così libera e umile, ci dimostra che non tradirsi possa ricoprirci di gioia, possa guidarci verso chi ci merita, chi ci legge, chi sa amare.

Prendere dei fogli di carta, scriverci, gettarli sul fuoco, e vedere come si trasformano in petali che salgono verso il cielo a formare una rosa ancora più bella, ci dice che, nella nostra vita, siamo sulla strada giusta.

Perché ci sono due tipi di sensibilità: una che deriva dalla sofferenza e una che deriva dall’amore. La sensibilità che deriva dalla sofferenza è superficiale e passeggera, la sensibilità che deriva dall’amore è vera e profonda. Vedere ogni piccolo attimo, ogni goccia di vita, ogni persona che ti è vicino, ogni giorno, come un regalo di Dio, ti porta verso la pace e la gratitudine. Questa poetessa, cantante, esempio di splendida vita, lascia entrare, con le sue parole, tutto questo dentro di noi.

Alla fine, ci dice: ormai a 71 anni non faccio tutte le interviste che mi sono richieste, ma quello che volevate chiedermi, probabilmente, se ci pensate, lo avete già ascoltato. Non fate altro.

“At least they’ll never get it,” he said.

“Who are they?” I asked.

“Anyone who isn’t us.” he replied.

Patti Smith, Just Kids

 

Words/parole: Raimondo Rossi, aka Ray Morrison

Check more on http://www.pattismith.net/intro.html

See more on our section: People